Asp Cz: un fumetto per spiegare i funghi ai bambini; in Calabria è alta l’incidenza di mortalità legata al consumo alimentare

Natrella, Perri, Scura, Azzarito e Macchioni
(ASP) – Catanzaro, 26 giugno 2018 - "La piccola Flora nel regno dei funghi": questo il titolo del fumetto micologico destinato ai bambini delle IV e V classi delle scuole primarie calabresi, presentato nella sede della Cittadella regionale a Catanzaro il 7 giugno scorso. Il fumetto, realizzato dal Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie della Regione, con il supporto amministrativo dell'Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro, ha l'obiettivo di sensibilizzare fin da piccoli i futuri cittadini sui rischi che si corrono mangiando funghi velenosi. Alla presentazione del fumetto, di cui sono autori il micologo dott. Dario Macchioni, referente regionale del Piano della Prevenzione e il grafico illustratore Giuseppe Longo, hanno preso parte anche il commissario ad Acta per il Piano di rientro, Ing. Massimo Scura, il Direttore generale dell'ASP di Catanzaro dott. Giuseppe Perri, la responsabile regionale dell'unità operativa Prevenzione e promozione della salute, dott.ssa Caterina Azzarito, il componente della Task Force commissariale di Sanità veterinaria e igiene alimenti, dott. Fabio Arigoni, il dirigente del SIAN e dell'Ispettorato Micologico dell'ASP di Catanzaro dott. Francesco Faragò. La conferenza stampa è stata moderata dal giornalista Pasquale Natrella addetto stampa dell'ASP di Catanzaro.

"E' un'iniziativa di prevenzione primaria rispetto ad una problematica che ha una duplice valenza – ha spiegato il direttore generale Giuseppe Perri – quella dell'educazione ambientale e quella dell'educazione sanitaria. E' una iniziativa importante, promossa dal Dipartimento regionale e dalla task force veterinaria, che sta tentando di mettere in sinergia le iniziative di sicurezza alimentare in campo umano e animale, che sicuramente devono progredire in maniera congiunta per raggiungere i massimi livelli di efficacia. L'Asp di Catanzaro ha un ottimo Servizio di Igiene degli alimenti e della nutrizione, guidato dal dott. Franco Faragò, che sta realizzando in tutti gli ambiti distrettuali una diffusione omogenea delle attività di sicurezza alimentare e nutrizionale e, soprattutto, è impegnato nel garantire, nel periodo di maggiore raccolta, anche la reperibilità per i Pronto Soccorso di Catanzaro, Lamezia Terme, Soveria Mannelli e Soverato, servizio che la nostra Azienda porta avanti da anni. Sono molto soddisfatto di vedere qui i rappresentanti dei gruppi micologici territoriali, che sono dei liberi cittadini che svolgono un ruolo insostituibile nella divulgazione della conoscenza del mondo dei funghi e rappresentano un valido supporto alle attività dell'Ispettorato micologico delle Aziende Sanitarie, perché tra di loro ci sono micologi di grande esperienza. A Lamezia Terme abbiamo sottoscritto un protocollo d'intesa con il gruppo micologico: l'Asp ha concesso ai volontari del gruppo una sede inutilizzata e in cambio loro sistemeranno la struttura e si impegneranno a collaborare nella gestione dei casi di intossicazione, perché alcuni di loro sono anche esperti micologi in grado di utilizzare l'esame microscopico per l'identificazione delle specie ai fini del supporto alla diagnosi."
L'aspetto più importante - ha evidenziato il dg Perri - è che con questo fumetto "entriamo nelle scuole, in quanto è dedicato ai bambini e dai bambini ripartiamo per l'efficacia delle iniziative di prevenzione. La Regione ed in particolare il dott. Macchioni, sono da anni in prima linea per la prevenzione delle intossicazioni da funghi, anche nella realizzazione di corsi di formazione di altissimo livello, in considerazione del fatto che negli ultimi anni nel territorio regionale sono avvenuti decessi che potevano essere evitati e qualcuno si è salvato solo perché è ricorso al trapianto del fegato".

A curare testi e immagini del fumetto sono stati il dott. Dario Macchioni e il disegnatore Giuseppe Longo.
"Tra il 2003 e il 2017 in Calabria si sono verificati 6 casi di decesso e tre trapianti di fegato – ha spiegato  Macchioni – quindi è un'incidenza di mortalità elevatissima rispetto a qualunque altra malattia legata al consumo alimentare. A fronte di questo dato abbiamo realizzato negli anni scorsi, a livello regionale, un'indagine epidemiologia per comprendere quali fossero le ragioni che spingono le persone a raccogliere funghi e a consumarli senza usare i servizi che sono presenti, perché effettivamente gli Ispettorati Micologici delle ASP sono in grado di dare consulenza gratuita ai privati raccoglitori. Accanto alla conoscenza e fruibilità di questi servizi, c'era anche da indagare il livello di percezione del rischio delle persone che si approcciano alla raccolta dei funghi, considerato che la nostra regione è da sempre, vocata alla raccolta. Abbiamo rilevato che spesso questa raccolta avviene perché si tramandano le conoscenze di padre in figlio, da zio a nipote, ma ancora persistono delle credenze popolari destituite dal fondamento scientifico; spesso la gente si affida ad una valutazione molto empirica della bontà di un fungo o, come spesso accade, ci si basa sui consigli di un amico presunto conoscitore di funghi e quindi si finisce nel non utilizzare i canali ufficiali, che potrebbero garantire  la certezza di commestibilità, mettendo, talvolta, sulle proprie tavole un fungo non commestibile".

Ha poi preso la parola il commissario Massimo Scura, che ha evidenziato come "il Dipartimento regionale che funziona garantisce, come in questo caso, la realizzazione di iniziative di prevenzione utili alla collettività; la prevenzione inizia da quando siamo piccoli. L'idea che ancora oggi si possa morire per consumo di funghi è davvero una cosa folle, vuol dire che c'è tanto ancora da lavorare. Quello che è necessario è che questo fumetto non finisca in un cassetto, ma diventi un processo di acculturamento della popolazione calabrese tutta.
Bravi a tutti coloro che hanno disposto questo opuscolo, in quanto la conoscenza dei funghi è importantissima, sia perché sviluppa una sorta di turismo ecologico ma anche di benessere dei cittadini che vanno a cercare funghi".

Pasquale Maria Natrella
AllegatoDimensione
La Piccola Flora nel regno dei funghi per web 20.6.18.pdf4.45 MB

Le Direzioni

Il Territorio

Servizi

Comunicazioni

ASP Catanzaro

» FAQ
» Numeri Utili
» Link utili

 

Area Riservata

» Accedi

Note Legali

Direttore Responsabile
Sito web aziendale
Dott. Pasquale Natrella

Registrato presso il Tribunale Ordinario di Catanzaro
al Num. R.G. 529/2011 del 19/06/2011

Contatti

Via Vinicio Cortese 25 - 88100 CZ
P.IVA e Cod. Fisc.: 02865540799

Ufficio Direzione Generale:
direzionegenerale@pec.asp.cz.it


Direttore responsabile Sito Web pasquale.natrella@asp.cz.it