INTRODUZIONE GENERALE


L'Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro, è costituita dalla fusione delle due ex Aziende Sanitarie Locali di Catanzaro e Lamezia Terme, che a seguito della Legge Regionale n. 9 di maggio 2007 divengono unico soggetto giuridico denominato di seguito ASP di Catanzaro con sede legale in Catanzaro, alla Via Vinicio Cortese al n. 25.

 L'ASP di Catanzaro gestendo i bisogni di salute dei cittadini, si è dotata di una struttura di organizzazione e funzionamento costituita da:

-    Direzione Strategica formata dal Direttore Generale, Direttore Amministrativo e  Direttore Sanitario oltre che dal collegio sindacale;

-    Servizi di supporto e Staff alla Direzione Strategica;

-    dalle strutture ospedaliere: ospedale di "Soverato", Ospedale di Lamezia Terme, Ospedale di Soveria Mannelli;

-    Distretti Sanitari: Catanzaro,  Catanzaro Lido, Soverato,  Lamezia Terme e del Reventino;

-    aree Dipartimentali organizzative: Area Amministrativa, Area Ospedaliera, Area di Prevenzione,  Area Territoriale.

L'azienda ha personalità giuridica pubblica è dotata di autonomia gestionale, organizzativa, amministrativa, contabile ed economico patrimoniale.


Orientare l'organizzazione, attraverso lo sviluppo di una missione, una visione e dei valori
Essere oggi Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro significa:

•    assicurare qualità dell'offerta di prestazioni sanitarie e socio sanitarie e nella prevenzione;

•    rispondere al bisogno di salute senza alcuna distinzione di sesso, razza, religione ed età nei vari contesti di vita;

•    essere parte integrante di questa terra e della sua gente.

La mission dell'ASP di Catanzaro è la tutela della salute dei cittadini per assicurare a tutti coloro che ne hanno titolo i livelli uniformi di assistenza nell'area della prevenzione, delle cure primarie, delle attività socio-sanitarie integrate e dei percorsi di cura specialistica ambulatoriale e di ricovero, fruibili attraverso l'accesso alle strutture pubbliche e private accreditate.

La mission puo essere sintetizzata nelle seguenti linee di intervento:


•    tutelare la salute dei cittadini attraverso il governo e la gestione dei servizi sanitari e socio-sanitari;

•    rafforzare il ruolo dell'Azienda quale garante della salute del cittadino;

•    educare il cittadino alla salute per la tutela e la salvaguardia del benessere fisico e psichico;

•    garantire i Livelli Essenziali di Assistenza;

•    garantire alla qualita degli interventi ed appropriatezza delle prestazioni sanitarie e socio sanitarie e delle prescrizioni farmaceutiche;

•    garantire efficacia ed efficienza nella gestione;

•    mirare alla soddisfazione del cittadino.

La Costituzione definisce la tutela della salute come un fondamentale diritto dell'individuo ed un interesse della collettività. E' un fondamento che si collega con altri principi, recepiti nelle Direttive del Presidente del Consiglio dei Ministri, nel D.Lgvo 150/2009, negli atti d'indirizzo della CiViT e nella Carta dei Servizi dell'ASP di Catanzaro:


•    uguaglianza con esclusione di ogni discriminazione e garanzia di parità di trattamento e condizioni del servizio prestato;

•    imparzialità per improntare il comportamento nei confronti degli utenti a criteri di obiettività e di giustizia;

•    continuità nell'erogazione dei servizi pubblici nell'ambito delle modalità stabilite dalla legge;

•    diritto di scelta garantito all'utente nella misura fissata dalla normativa;

•    diritto d'informazione ed accessibilità alle prestazioni sanitarie e socio sanitarie assicurando al cittadino tutti gli elementi per una scelta libera e consapevole;

•    partecipazione con suggerimenti ed osservazioni, per tutelare il diritto alla correlata erogazione delle prestazioni sanitarie e socio-sanitarie;

•    efficacia ed efficienza delle prestazioni in un'ottica di miglioramento continuo e di orientamento ai bisogni del cittadino, attraverso l'individuazione di adeguati standard qualitativi e quantitativi e tramite la loro puntuale verifica e l'aggiornamento dei relativi esiti;

•    promozione dell'appropriatezza delle prestazioni e verifica della qualità dei servizi;

•    garanzia di criteri di compatibilità economica e finanziaria attraverso il controllo della dinamica dei costi, in un contesto di risorse definite.

In definitiva Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro opera all'interno delle autonomie di cui sono dotate le aziende sanitarie ed ospedaliere ed opera all'interno del quadro ripartitorio dei poteri di governo e di gestione delegati dal servizio sanitario nazionale. Il fondamentale "scopo" istituzionale da attuarsi utilizzando il criterio della programmazione correlata alla realtà territoriale, in termini di soddisfacimento dei bisogni degli assistiti, secondo rilevazioni epidemiologiche e scelte di strategia di governo. Imprescindibile, nell'attuazione delle scelte strategiche e di programma, è il dominio del prefisso "efficienza – efficacia – economicità", secondo il generale principio costituzionale del buon andamento ed imparzialità (art.97 della Cost.), nonché di trasparenza e pubblicità dell'azione amministrativa (legge n. 241/90).

La "visione" dell'azienda si identifica nei seguenti punti fondamentali, che assumono carattere di impegno strategico:

a)    operare per 'creare' l'azienda, nella convinzione che il battesimo normativo ne costituisce soltanto il presupposto, predisponendo e realizzando un modello organizzativo a ciò congeniale;

b)    corta e snella a schema operativo tendenzialmente orizzontale con poca distanza fra vertice strategico e base operativa;

c)    flessibilmente definita in base ai bisogni del cittadino-utente e culturalmente orientata;

d)    attenta sia allo sviluppo ed al monitoraggio dei processi gestionali, sia al continuo miglioramento della performance secondo parametri di efficacia, di efficienza e di qualità, nel quadro di un generalizzato forte e diffuso orientamento anche culturale dei risultati a tutti i livelli di intervento decisionale ed operativo;

e)    capace di valorizzare, coinvolgere, gratificare e responsabilizzare il personale senza distinzione di ordine e grado, su obiettivi prioritari, chiari, realistici, resi noti e condivisi, all'interno di strutture organizzative che facilitino la comunicazione, il lavoro di gruppo, l'integrazione delle professionalità e delle responsabilità, le capacità competitive ed il senso di appartenenza,

f)    aperta e sensibile nei confronti dell'ambiente esterno in tutte le sue espressioni rappresentative politiche, istituzionali, socio-economiche, culturali.

L'organizzazione aziendale è stata definita in modo da mettere in evidenza lo specifico ruolo assunto dalle diverse parti che compongono l'azienda, ovvero: Direzione strategica; Staff; Servizi di supporto; Direzione intermedia; Unità operative; Dipartimenti.
La direzione strategica è formata dalle persone con responsabilità globale sull'azienda. Il vertice strategico deve assicurare che l'azienda assolva alle sue specifiche finalità e che risponda alle esigenze dei portatori di interesse o comunque di coloro che controllano e hanno potere sull'azienda stessa, improntando le proprie azioni al carattere della collegialità. La direzione strategica assolve a tre funzioni fondamentali:

-    supervisione diretta: alloca le risorse, autorizza le decisioni più importanti, risolve i conflitti, definisce l'organizzazione e la dota di personale necessario, controlla motiva e ricompensa i dipendenti.

-    gestione delle condizioni di confine: informa i portatori di interesse e i soggetti esterni di maggior influenza sulle attività dell'azienda, negozia accordi e svolge anche compiti di rappresentanza.

-    sviluppo della strategia dell'azienda: formula la strategia interpretando l'ambiente con l'assunzione di decisioni coerenti con le condizioni e caratteristiche dell'organizzazione.
Lo staff direzionale comprende unità organizzative responsabili delle funzioni di analisi, tempistica e metodologia, progettazione, pianificazione e controllo. Le unità di staff affiancano la gerarchia manageriale, offrendole specifici strumenti di governo aziendale, ma non intervengono direttamente nella gestione e nei processi, direttamente o indirettamente, correlati alla erogazione delle attività e delle prestazioni sanitarie e/o assistenziali.

I servizi di supporto, amministrativi e sanitari, sono costituiti da unità operative che svolgono attività di supporto alla direzione strategica, intervenendo nella gestione e nei processi indirettamente correlati con le attività o le prestazioni sanitarie e/o assistenziali, facilitandone ed assistendone il funzionamento.  Le unità di supporto svolgono funzioni e realizzano servizi specifici; possono essere presenti a diversi livelli della gerarchia, in relazione ai destinatari dei loro servizi.

La direzione intermedia comprende quelle strutture organizzative che collegano il vertice strategico con le unità operative, esercitando un ruolo di coordinamento, indirizzo e programmazione delle rispettive aree. I direttori della linea intermedia intervengono nel flusso delle decisioni sia in senso ascendente che in senso discendente. La direzione intermedia ha, altresì, il compito di assicurare, il raggiungimento degli obiettivi previsti dalla programmazione aziendale per l'area di competenza, di gestire le risorse umane, di tradurre le finalità generali in obiettivi specifici dell'area di competenza, di garantire la supervisione del funzionamento dell'area, la raccolta e trasmissione delle informazioni, il coordinamento complessivo e l'introduzione di innovazioni.

L'unità operativa è direttamente titolare di una specifica funzione direttamente collegata all'erogazione di prestazioni, di prodotti e servizi. Essa è costituita dall'insieme del personale in possesso di specifici requisiti tecnico-professionali necessari allo svolgimento di specifiche funzioni. E' dotata di piena autonomia tecnico professionale, mentre quella gestionale è individuata nell'ambito delle regole di funzionamento dell'articolazione organizzativa in cui è collocata.

Il dipartimento è costituito da strutture omogenee, omologhe, affini o complementari, che perseguono comuni finalità e sono quindi tra loro interdipendenti, pur mantenendo la propria autonomia e responsabilità professionale e/o gestionale. Le strutture costituenti il dipartimento sono aggregate in una specifica tipologia organizzativa e gestionale volta al processo assistenziale ed a dare risposte unitarie, flessibili, tempestive, razionali e complete rispetto ai compiti assegnati. A tal fine adottano regole condivise di comportamento assistenziale, didattico, di ricerca, etico, ed economico. I dipartimenti, che possono essere strutturali, funzionali, integrati, interaziendali, rappresentano il modello operativo dell'azienda e svolgono attività professionali e gestionali mediche, tecnico–sanitarie e tecnico-amministrative. A essi sono assegnate la risorse necessarie all'assolvimento delle funzioni attribuite.

La "missione" dell'azienda può pertanto definirsi non solo "essere" ma "dover essere", nell'ottica di tutela e miglioramento della salute dei cittadini come diritto fondamentale dell'individuo attraverso la garanzia di prestazioni sanitarie appropriate, migliorando la qualità della vita e la qualità dell'assistenza socio-sanitaria attraverso l'orientamento alla persona e l'integrazione tra i servizi, valorizzando e sviluppando il proprio patrimonio di competenze professionali, in un quadro di complessivo equilibrio economico compatibile con le finalità pubbliche dell'azienda.


Le Direzioni

Il Territorio

Servizi

Comunicazioni

ASP Catanzaro

» FAQ
» Numeri Utili
» Link utili

 

Area Riservata

» Accedi

Note Legali

Direttore Responsabile
Sito web aziendale
Dott. Pasquale Natrella

Registrato presso il Tribunale Ordinario di Catanzaro
al Num. R.G. 529/2011 del 19/06/2011

Contatti

Via Vinicio Cortese 25 - 88100 CZ
P.IVA e Cod. Fisc.: 02865540799

Ufficio Direzione Generale:
direzionegenerale@pec.asp.cz.it


Direttore responsabile Sito Web pasquale.natrella@asp.cz.it