Consultori Familiari distretto - SOVERATO

 

I CONSULTORI FAMILIARI

UNITA’ OPERATIVA TUTELA DONNA E INFANZIA DI SOVERATO

Piazza Casalinuovo Soverato (CZ) primo piano

 

EMERGENZA COVID – 19

Dal 6 aprile sarà attivo un servizio di CONSULENZA Telefonica

Attraverso il quale si potrà contattare

Da lunedì a venerdì ore 9.00 – 13.00 e nei pomeriggi del lunedì e mercoledì  ore 15.00 – 17.00 

CONSULTORIO DI CHIARAVALLE

Psicologa          dr.ssa Giuliana Orlando tel320/7680290

Assistente Sociale Dr.ssa Francesca Ranieri tel320/7984154

 

 

  CONSULTORIO DI BADOLATO 

    Assistente Sociale  dr.ssa Assunta Fiorentino   tel  320/ 4342160

 

 

*******************           **********************        *********************

 

Nelle gionate del LUNEDI’ E  MERCOLEDI’           ore 9.00 – 13.00 e ore 15.00 – 17.00 

 

       CONSULTORIO DI SOVERATO

 

        L’EDUCATRICE PROFESSIONALE dr.ssa Paola Macrina  tel 329/6068526

 

                                    U. O.  TUTELA DONNA E INFANZIAPSICOLOGA Dr.ssa Maria Teresa Napoli Tel 320/4383385

 

Nell’ambito del territorio che afferisce al Distretto Sanitario di Soverato, opera l’Unità operativa Tutela Donna e Infanzia-Soverato a cui afferiscono:

 

Consultorio Familiare

 

Indirizzo

telefono/Fax

Pec

BADOLATO

Via Mare

0967/814820

consultoriobadolato@pec.aspcatanzaro.it

CHIARAVALLE

c/o Casa della Salute

0967/999108-208

consultoriochiaravalle@pec.aspcatanzaro.it

GIRIFALCO

c/da Serra

0968/747277-79

consultoriogirifalco@pec.aspcatanzaro.it

SOVERATO

Piazza Casalinuovo

0967/539528-31

consultorio.soverato@pec.aspcatanzaro.it

U.O. TDI

Piazza Casalinuovo

320/4383385

in attesa di assegnazione (è possibile usare temporaneamente quella del CF Soverato

 

I Consultori Familiari di Soverato, Badolato, Chiaravalle e Girifalco, sono servizi socio-sanitari con competenze multidisciplinari, essi afferiscono all’U.O. Tutela Donna e Infanzia di Soverato e ricadono nella macro-area del Dipartimento Materno Infantile. Essi sono dislocati armonicamente sul  territorio, così da poter essere più vicini all’utenza e divenire punto di riferimento per le famiglie, le donne, gli adolescenti ed i singoli utenti.

I Consultori, sono servizi orientati alla prevenzione ed alla promozione della salute globalmente intesa, dell’individuo, della coppia e della famiglia e danno risposta a bisogni, domande o criticità emergenti nelle diverse fasi del ciclo di vita personale e/o familiare. Forniscono informazioni, consulenza , sostegno e interventi specialistici su richiesta diretta della popolazione.

Alla base dell’attività consultoriale vi è la centralità della persona, sostenuta da una multidisciplinarietà operativa in grado di garantire la valutazione personalizzata dei bisogni e la

presa in carico globale e integrata. 

Obiettivo prioritario è l’equità di accesso, per tale motivo i servizi promuovono costantemente strategie volte a favorire l'accessibilità e la fruibilità dei servizi e nel contempo propongono campagne di promozione della salute.

Le loro competenze sono assegnate dalle norme vigenti e risultano essere determinanti per la promozione e la prevenzione della salute della donna e dell’età evolutiva.

 

Principi  prioritari:

  • : le prestazioni sono erogate secondo regole uguali per tutti, senza discriminazioni di età, sesso, etnia, religione, condizione sociale e opinioni politiche.
  • : ogni cittadino è seguito in maniera obiettiva e pertinente alle prestazioni necessarie e richieste.
  • : ogni cittadino è assistito e trattato con cortesia e attenzione nel rispetto della persona, della sua dignità e della sua riservatezza.
  • : il Servizio cerca di assicurare al massimo grado possibile il diritto della persona ad effettuare scelte quanto più libere e consapevoli.
  • : assunzione del compito di  garantire la continuità delle prestazioni e l’impegno di orientare la persona verso servizi che possono rispondere ai bisogni espressi o sottesi, non di competenza consultoriale.

Garanzie prioritarie di tutela

  • Diritto alla privacy e alla confidenzialità
  • Accesso e attenzione
  •  
  •  
  • Fiducia e attenzione
  • Suggerimenti e reclami

 

I Consultori Familiari declinano i vari interventi negli ambiti di competenza ad essi assegnati:

 

  • Approccio multidisciplinare, accoglienza e colloqui di informazione/aiuto/sostegno orientati al benessere della persona, della coppia e della famiglia;
  • Assistenza socio-sanitaria, inerente la tutela della gravidanza e della maternità e assistenza domiciliare al puerperio;
  • Promozione della salute del bambino e dell’adolescente (0-18 anni);
  • Attività d’informazione, educazione alla salute in cooperazione con gli Istituti scolastici e la rete del territorio per promuovere la sana e armoniosa crescita dei bambini/ragazzi/adolescenti;
  • Prevenzione dei disturbi della sfera genitale femminile;
  •  Interventi finalizzati alla diagnosi precoce di patologie correlate alla salute della donna e del minore nell’ambito ostetrico, ginecologico e pediatrico.
  • Promozione della salute della donna, assistenza sanitaria, psicologica e sociale inerente la procreazione responsabile, la consulenza e la somministrazione di contraccettivi, l’informazione e la consulenza sulla regolazione e il controllo della fertilità;
  • Assistenza psicologica e sociale per le donne e le coppie che richiedono l’interruzione volontaria di gravidanza, secondo le procedure legge 194/78;
  • Attività di consulenza e supporto terapeutico sui temi della sessualità;
  • Cooperazione per le attività di screening dei tumori femminili con il Dipartimento di prevenzione – Centro Screening;
  • Attività di I° e II° livello specialistico delle prestazioni previste dai regolamenti ASP e dalle vigenti disposizioni programmatorie aziendali e regionali;
  • Linee di attività: Percorso nascita, prevenzione e protezione dagli abusi, Salute transculturale e immigrazione, prevenzione disagio minorile, educazione alla sessualità, screening tumori femminili;
  • Attività di tutela e prevenzione della salute dei minori e attività di rete in integrazione sociosanitaria con i servizi territoriali di competenza;
  • Sostegno alla genitorialità, mediazione familiare e comunitaria;
  • Attività d’ integrazione ospedale territorio per tutti gli ambiti di competenza consultoriale;
  • Facilitazione dell’accesso, supporto e raccordo della rete territoriale per garantire l’equità delle cure per le donne, minori e famiglie straniere ed in condizioni di vulnerabilità;
  • Contrasto e programmazione d’interventi sui fenomeni della tratta di esseri umani, dello sfruttamento sessuale e lavorativo, dell’accattonaggio delle persone presenti sul territorio provinciale”-  Protocollo operativo INCIPIT;
  • Interventi integrati e coordinati con altri dipartimenti per obiettivi comuni e condivisi;
  • Collaborazione alla sorveglianza epidemiologica dell’area dipartimentale di competenza;
  • Registrazione dell’attività mediante utilizzo dei sistemi informativi aziendali/regionali/nazionali;
  • Monitoraggio e verifica degli indicatori di processo ed esito;
  • Utilizzo strumenti vari per il monitoraggio dell’attività e la rilevazione della qualità percepita

 

MODALITA’ DI ACCESSO: prenotazioni e appuntamenti(criteri modificati per l’attuale emergenza COVID-19 secondo le direttive nazionali e regionali)
 

Il primo contatto può avvenire telefonicamente oppure presentandosi di persona per ricevere l’appuntamento, in tal caso un operatore, fisserà una data condividendola con l’operatore del consultorio a cui si è rivolto.

Il Consultorio Familiare si impegna ad evitare, per quanto possibile la variazione degli orari degli appuntamenti concessi e comunque ad avvisare qualora si necessario

Nel contempo, sarà cura degli utenti disdire laddove siano impossibilitati ad essere presenti, avvisando il servizio almeno 48 ore prima attraverso il numero telefonico o indirizzo mail messi a disposizione su del Consultorio interessato eventualmente disdire gli appuntamenti stabiliti, al fine di evitare di creare vuoti nelle liste degli appuntamenti che determinano un mal funzionamento del servizio e causano spiacevoli allungamenti dei tempi di attesa per coloro che devono ricevere la prestazione.

Orario di apertura al pubblico

Giorni

Mattino

Pomeriggio

Lunedì

08.30 - 13.30

15.00 - 17.00

Martedì

08.30 - 13.30

15.00 - 17.00

Mercoledì

08.30 - 13.30

15.00 - 17.00

Giovedì

08.00 - 13.30

15.00 - 17.00

Venerdì

08.30 - 13.30
 

 

 

Linee d’Intervento

 

                                                                  Il “PERCORSO NASCITA” è un servizio offerto dall’Azienda Sanitaria alle donne in gravidanza o che                 cercano una gravidanza (fase pre - concezionale).

           Alle utenti che aderiscono a tale servizio,viene offerta una  presa in        carico ostetrica con la                              conseguente pianificazione dei  controlli necessari, dall’inizio     della gravidanza alla fine del puerperio. A            completamento della presa in carico ostetrica è possibile integrare, laddove utile, altre consulenze                        curate dagli operatori dei Consultori familiari.

             Tutte le  informazioni  possono essere fornite alle utenti interessate che si recano di persona nei                         Consultori o che telefonano per richiedere un appuntamento per il primo colloquio in fase pre-                                concezionale o in gravidanza a qualunque epoca.

Il percorso nascita non comporta costi aggiuntivi laddove previsto in virtù della normativa vigente. Le donne in gravidanza che non desiderano essere inserite nel Percorso Nascita o precedentemente seguite in altri percorsi, possono comunque fruire di prestazioni nell’ambito delle attività consultoriali o prenotare tramite CUP una visita specialistica dal ginecologo che opera nei consultori familiari.

ATTIVITÀ previste dal percorso:

• consulenza pre-concezionale per la promozione della salute riproduttiva
• consulenza ostetrica  e presa in carico delle donne in gravidanza

  • consulenza sessuologica
    • corsi di accompagnamento alla nascita (CAN)
    • consulenza ostetrica in post- partum e puerperio con protezione, promozione e sostegno allattamento
  • rieducazione pelvi-perineale dopo il parto 

 

Il percorso nascita (D.P.G.R. n°28)  per gli ambulatori di gravidanza a basso rischio ostetrico (B.R.O.) prevede:

  • Un primo colloquio da svolgersi con l’operatore dell’accoglienza

•Unseguente colloquio informativo con l’ostetrica in cui viene illustrato il percorso assistenziale ed i relativi controlli

  • Attivazione della “presa in carico” da parte dell’ostetrica dedicata

• Pianificazione con l’ostetrica delle visite, ecografie ed esami ematochimici

• Partecipazione al corso di accompagnamento alla nascita per futuri genitori, allo stesso prendono parte anche l’infermiera pediatrica e/o il pediatra

  • Raccordo con il/i punti nascita di riferimento e/o scelti dall’utente,
  • Visita in uno dei punti nascita del territorio, colloquio informativo con le ostetriche  e le infermiere pediatriche dei reparti ospedalieri, visita alle sale travaglio e sale parto
  • Invio presso l’ambulatorio ospedaliero scelto dalla gravida, per la gestione della gravidanza a termine

 

Dopo il Parto

L’ostetrica dedicata mantiene il contatto con la gravida per il periodo successivo alla nascita offrendo il supporto dopo la dimissione dall’ospedale

 

 

Ultimo aggiornamento05/05/2020 a cura URP e Comunicazione