Igiene degli alimenti di origine animale

Igiene degli alimenti di origine animale

Direttore: Dott. Tommaso Esposito

Sede di Catanzaro

Via degli Angioini,149 - 88100 Catanzaro

Contatti:

Telefax 0961-752735  

Pec: svetb@pec.aspcatanzaro.it   

Il pubblico si riceve da Lunedì a  Venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00    Lunedì e Mercoledì dalle ore 15.00  alle ore 16.00

Sede di Soverato

Piazza Casalinuovo, Soverato

Contatti:

Telefax 0967-539512

Il pubblico si riceve da Lunedì a  Venerdì  dalle ore10.00 alle ore  12.00    Lunedì e Mercoledì dalle ore 15.00 alle ore 16.00

Sede di Lamezia Terme

Via Sottotenente Notaro (Ex Ospedale) Lamezia Terme

Contatti:

Tel. 0968-21121   

Fax 0968-447551

Il pubblico si riceve da Lunedì a  Venerdì dalle ore 10.00 alle ore  12.00    Lunedì e Mercoledì dalle ore 15.00 alle ore 16.00.

Obiettivi:

L’Unita Operativa di Medicina Veterinaria di  Igiene degli Alimenti di Origine Animale (Area Funzionale “B”)  dell’ASP Catanzaro ha come obiettivo primario il controllo e la tutela della salute pubblica attraverso  l’ispezione, il campionamento e la vigilanza  degli alimenti di origine animale nelle diverse fasi di lavorazione, produzione, trasformazione, trasporto, commercializzazione, vendita e somministrazione, nel rispetto dei nuovi Regolamenti Comunitari, onde prevenire la diffusione di zoonosi, di tossinfezioni-intossicazioni alimentari, frodi, sofisticazioni alimentari e malattie infettive - infestive e diffusive.

Prestazioni:

  • Prelievo tronco encefalico per la prevenzione della BSE e della Scrapie ;
  • Prelievi organi e tessuti per la tipizzazione delle Brucelle ;
  • Esami trichinoscopici , su i suini macellati nei mattatoi , suini macellati per consumo famigliare  e su i cinghiali abbattuti durante la stagione venatoria;
  • Campionamenti su disposizioni Ministeriali ( UVAC )
  • Campioni per indagini conoscitive .
  • Vigilanza e controllo sanitario e annonario dei prodotti di origine animale e loro derivati,anche mediante la predisposizione e l’attivazione di piani ai fini delle repressione delle frodi alimentari;
  • Indagini epidemiologiche al fine di prevenire infezioni, intossicazioni e tossinfezioni conseguenti al consumo di prodotti alimentari di origine animale;
  • Individuazione dei potenziali fattori di rischio derivanti da inquinamento ambientale;
  • Attività autorizzative per automezzi destinati al trasporto di derrate alimentari di origine animale, sopralluoghi per pareri su locali destinati ad attività produttive di competenza,  anche alla luce del nuovo sistema della SCIA;
  • Interventi su richiesta di Autorità Giudiziarie , Amministrative e Ministeriali;
  • Attività legate alla qualifica di U. P. G.;
  • Attività di educazione sanitaria;
  • Allarmi sanitari;

      

Ultimo aggiornamento 04/06/2019