Ufficio Stampa

Ufficio Stampa

L’ufficio stampa gestisce e coordina i processi di informazione sviluppati in stretta connessione con gli obiettivi istituzionali dell’ASP di Catanzaro, promuove e cura i collegamenti con gli organi di informazione, garantendo la costante e aggiornata informazione sull’attività istituzionale dell’Azienda Sanitaria e sul suo funzionamento. Cosi come previsto dalla legge 150/2000 Art. 9 e dal D.P.R. 21/09/2001 Art. 3.

L’attività, improntata a criteri di professionalità e obiettività, è indirizzata in via prioritaria ai mezzi di informazione di massa e serve a consentire una diffusione omogenea e coerente dell’immagine aziendale.

 

Contatti

pasquale.natrella@asp.cz.it  -  Tel. 0968 - 208719

Le funzioni

Le funzioni principali dell’ufficio stampa sono quelle di selezionare, filtrare e veicolare il flusso delle informazioni provenienti dall’interno dell’ASP verso gli organi di informazione, nonché di verificare fonti, notizie, riferimenti all’attività e reperire documentazione.
I suoi principali interlocutori sono agenzie di stampa, quotidiani, periodici, web, emittenti radiofoniche e televisive, in grado di raggiungere precisi e circoscritti target di utenza così come il pubblico di massa in generale.
L’ufficio stampa assicura il massimo grado di trasparenza, chiarezza e tempestività delle comunicazioni da fornire e promuove la conoscenza su temi di rilevante interesse pubblico e sociale.

 

I principali obiettivi

  • assicurare una maggiore visibilità e conoscenza dell’attività di governo dell’ente;
  • garantire una più ampia partecipazione e condivisione da parte della comunità delle scelte e delle strategie dell’Azienda;
  • migliorare il livello di comunicazione fra Azienda e cittadini, favorendo con essi un dialogo efficace.

 

Gli strumenti operativi

Nell’ambito delle principali funzioni dell’ufficio stampa, le attività vengono svolte attraverso:

  • stesura e diramazione di comunicati stampa
  • organizzazione di conferenze stampa
  • redazione di articoli
  • preparazione delle cartelle stampa;
  • promozione e cura dei collegamenti con gli organi di informazione;
  • raccolta e archiviazione della documentazione di base inerente all’organizzazione (atti, foto, immagini, video, ecc.)

 

Chi lavora negli uffici stampa

I requisiti per lavorare in un ufficio stampa di una PA sono stabiliti dalla legge 150/2000, art. 9 e dal DPR 422/2001, art. 3: “Gli uffici stampa sono costituiti da personale iscritto all'albo nazionale dei giornalisti.”

L’ufficio stampa è diretto da un coordinatore, che assume la qualifica di capo ufficio stampa, il quale, sulla base delle direttive impartite dall’organo di vertice dell’amministrazione, cura i collegamenti con gli organi di informazione, assicurando il massimo grado di trasparenza, chiarezza e tempestività delle comunicazioni da fornire nelle materie di interesse dell’amministrazione.

Il requisito dell'iscrizione all'albo nazionale dei giornalisti e' altresì richiesto per il personale che coadiuva il capo ufficio stampa nell'esercizio delle funzioni istituzionali, anche nell'intrattenere rapporti diretti con la stampa e, in generale, con i media.

 


Riferimenti  Normativi

Legge 7 giugno 2000, n.150, "Disciplina delle attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche amministrazioni";

Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 27 settembre 2000, “Direttiva sul programma delle iniziative di informazione e comunicazione istituzionale delle amministrazioni dello Stato”;

D.P.R. 21 settembre 2001, n. 422, "Regolamento recante norme per l'individuazione dei titoli professionali del personale da utilizzare presso le pubbliche amministrazioni per le attività di informazione e di comunicazione e disciplina degli interventi formativi";

Direttiva P.C.M. – Dip. Funzione Pubblica 7 febbraio 2002, "Attività di comunicazione delle Pubbliche Amministrazioni";

Atto di indirizzo della Regione Calabria per l'applicazione della legge 7 giugno 2000 n. 150 in materia di informazione e comunicazione, emanato con delibera G.R. n. 300 del 3 maggio 2004.

 

Ultimo aggiornamento: 6 febbraio 2019