Regolarizzazione Ticket

                                                                           
                            
PARTECIPAZIONE ALLA SPESA   
                                       
   T I C K E T   ed esenzioni
 
 
 
COSA È IL TICKET SANITARIO

Il ticket, introdotto in Italia fin dal 1982, rappresenta il modo, individuato dalla legge, con cui gli assistiti contribuiscono o “partecipano” al costo delle prestazioni sanitarie di cui usufruiscono.
 
Cosa si paga

1. assistenza farmaceutica
2. prestazioni specialistiche visite  ed esami di diagnostica strumentale e di laboratorio ivi comprese le prestazioni di fisioterapia, di riabilitazione.;
3. prestazioni eseguite in pronto soccorso che non rivestono carattere di emergenza o urgenza (codici bianchi), non seguite da ricovero;
4. cure termali.

Quanto  si paga

1. assistenza farmaceutica
 l'acquisto di medicinali presso le farmacie comporta il pagamento di una quota fissa di 1€  per ricetta ed una  quota aggiunta (denominata ticket)  di due euro per ciascun pezzo prescrito, max due fino ad un  limite massimo pari a 5€  per ricetta.
2.  prestazioni specialistiche 
per ogni ricetta di visita o  esame di diagnostica, di laboratorio e strumentali, o  terapeutiche   si paga una quota di 11€  , è previsto inoltre il  pagamento di una quota fissa aggiuntiva pari al valore tariffario delle singole prestazioni secondo il nomenclatore tariffario nazionale  vigente, fino al limite massimo di pagamento  di € 56,00. Ogni ricetta può contenere un massimo di prestazioni  definite dalla vigenti disposizioni;
3. prestazioni eseguite in pronto soccorso    
per le prestazioni erogate dal Pronto Soccorso limitatamente ai codici bianco o verde, (ad eccezione di quelle con codice d'urgenza o che esitano in ricovero) sono soggette a ticket quota fissa di € 25 euro e quota variabile per altre prestazioni fino ad un massimo di €45.
 4. cure termali.                                                                                                                                                     
per  le prestazini termali la quota fissa da corrispondere è di € 3,50 con l' aggiunta delle quote per singolo ciclo fino all’importo massimo di euro 50,00 .
 
Quando  si paga
 
Il ticket delle prestazioni specialistiche prenotate va pagato sempre prima della loro effettuazione.
La quota di partecipazione alla spesa dovuta dal cittadino in base alle leggi vigenti, può essere versata presso gli uffici cassa ticket sia al momento della prenotazione o prima della prestazione .

CHI è esente 

 Alcune categorie di cittadini sono "esenti ticket", cioè possono usufruire delle suddette prestazioni senza pagare alcun ticket . Sono previste esenzioni totali o parziali dal pagamento per i cittadini con redditi bassi, per invalidi, per i donatori di organi e di sangue, per i cittadini affetti da particolari forme morbose (Ii soggetti che debbano effettuare il test per l'H.I.V. (A.I.D.S.) è altresì garantito agli stessi il Conseling (consulenza pre-test e post-test) .

Categorie  esenti:
• esenti per motivi di reddito;
• esenti per patologia cronica o malattia rara;
• esenti per gravidanza e ulteriori esenzioni.
 
Esenzione per reddito ( nuovo codice E00 )
• Sono esenti dal pagamento di partecipazione alla spesa (sia della quota fissa di un euro per ricetta che della quota fissa aggiuntiva) i soggetti ed i loro familiari a carico con un reddito complessivo per nucleo familiare fino a € 10.000,00 annui, ed autocertificabile fino al 31 /12/2009
• disoccupato e familiari a carico con i limiti di reddito di cui al precedente punto
Categorie di esenti per reddito • Cittadini di età inferiore a sei anni e superiore a sessantacinque anni, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 36.151,98 euro (CODICE E01)
• Disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (CODICE E02) (si intende disoccupato colui che ha perduto una precedente occupazione e sia in atto iscritto al collocamento perché in cerca di nuova occupazione).
• Titolari di pensioni sociali e loro familiari a carico (CODICE E03)
• Titolari di pensioni al minimo di età superiore a sessant'anni e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (CODICE E04)
 
Il codice di esenzione ( E00 ) attestato tramite Indicatore della situazione Economico Equivalente (ISEE)  riferito all’anno precedente , ai sensi della D.G.R.n°247/2009 ed apposita certificazione da richiedere all'apposito ufficio aziendale .
 
E01 : Cittadini di età inferiore a sei anni e superiore a sessantacinque anni, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 36.151,98 euro;
E02: Disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore ad 8.263,31 euro, incrementato fino ad 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico;
E03: Titolari di pensione sociale e loro familiari a carico;
E04: Titolari di pensione al minimo di età superiore a sessant’anni e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico.
 
Esenzione per patologie specifiche
Per alcune categorie di cittadini "esenti ticket", patologie croniche ed invalidanti e patologie rare , è necessario munirsi di un tesserino, che viene rilasciato presso le sedi di Distretto .
   
Le categorie protette esenti sono:
•  affetti dalle patologie croniche ed invalidanti di cui al D.M. 28.05.99 n° 329;
•  invalidi civili al 100 (ex cod. C01, C02 C04);
•  ciechi e sordomuti codici ( ex cod.C05, C06) ;
•  invalidi di servizio , codice S01;
•  invalidi di guerra,codice esenzione G01 e G02;
•  invalidi per lavoro con una riduzione della capacità lavorativa superiore ai due terzi;
•  invalidi per lavoro con una riduzione della capacità lavorativa inferiore ai due terzi codici L01 e L04;
•  infortunati sul lavoro o affetti da malattie professionali.
inoltre sono esentati i Soggetti danneggiati da vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni ed emoderivati (cod. N01) e le Vittime del terrorismo o della criminalità organizzata (cod.V01,V02);
 
ESENZIONI PER ALCUNE CATEGORIE SPECIALI
 
Elenco delle patologie previste dal D.M. 329/99 .
Per ottenere tale tesserino è necessario, a seconda dei casi, esibire i seguenti documenti:
•  Certificato attestante la patologia invalidante,  rilasciato da struttura ospedaliera o da un medico specialista ambulatoriale dell'Azienda Sanitaria.
•  Per gli invalidi, copia verbale accertamento di invalidità.
• Per gli invalidi per lavoro, infortunati sul lavoro o affetti da malattie professionali, occorre il certificato I.N.A.I.L.
• Per coloro che siano stati dimessi da strutture accreditate di ricovero, foglio di dimissione o copia cartella clinica.
• Codice fiscale e tessera sanitaria con codice assistito.

Per ottenere l'esenzione dal pagamento del ticket è necessario che la richiesta del curante riporti le barrature e/o i codici previsti dalla vigente normativa. Per le prestazioni ad accesso diretto (senza richiesta del curante), l'utente dovrà essere munito dei documenti comprovanti l'esenzione previa prenotazione al numero verde.
 
 
Ultimo aggiornamento 26/03/2019

A cura dell’URP e Comunicazione