S.C. Gestione Tecnico Patrimoniale

                                                                                                                                                                                            Direttore Architetto Carlo Nisticò
                                                Via Vinicio Cortese n° 25 - 88100 Catanzaro
                                                Telefoni n° 0961-7033230-211-239     
                                                @pec: git@pec.asp.cz.it                              

E' una struttura a direzione professionale che espleta funzioni di governo del patrimonio aziendale e di conservazione, compresa ogni attività di manutenzione ordinaria e straordinaria sul beni mobill e immobili.
!I Direttore della struttura ha autonomia di spesa in relazione ai lavori di somma urgenza, per iquali determina autonomamente l'avvio delle relative procedure con proprio atto didetermina, salvo l'obbligo di comunicazione successiva alla Direzione Amministrativa. La comunicazione deve avvenire entro il giorno successivo dell'avvio del procedimento. Rimangono altresì di competenza esclusiva tutte le procedure di spesa inerenti a lavori il cul importo non superi il valore di € 20.000,00. Detta competenza per valore è inderogabile. Qualsiasi procedura dovrà essere autorizzata preventivamente dalla Direzione Generale per valori superiori a € 20.000 fino all'importo di·€ 200.000,00, mentre per quelli superiori a quest'ultima somma si formalizzerà mediante proposta dldelibera, Le fasi successive all'atto di autorizzazione ai sensi del punto precedente sono autonomamente determinate dal Direttore della Struttura, compresa l'aggiudicazione definitiva e la predisposizione del contratto e la liquidazione. Il Direttore dovrà vigilare affinché I soggetti partecipanti a qualunque titolo al procedimento di gara, esercitino correttamente e legittimamente le proprie funzioni, garantendo nella nomina del RUP adeguata rotazione in conformità al principi di trasparenza ed economicità dell'azione amministrativa. Tutti gli atti di gara fino alla determina ultima di liquidazione dovranno essere custoditi presso il medesimo ufficio. Le attività riconducibili agli atti di gestione per la conservazione del patrimonio includono, altresì, tutte le attività riconducibili allo stesso, compresa la corretta tenuta dei documenti. tecnici inerenti, altresì, al pagamento di tasse o contributi o qualunque altro adempimento fiscale e/o tecnico (autorizzazioni, concessioni, permessi, ecc.)
Il Direttore della struttura deve garantire e ne è responsabile, anche delle seguenti attività:
1. elaborazione del piano annuale e pluriennale delle manutenzioni dei beni immobili, degli impianti e delle attrezzature non elettromedicali, sulla base delle esigenze delle unità operative e delle relative disponibilità di risorse approvate mediante assegnazione dei budget da comunicare alla direzione generale entro il 30 settembre di ogni anno;
2. elaborazione di perizie tecnithe per la manutenzione annuale, ordinaria e straordinaria, dei beni immobili, degli Impianti e delle attrezzature, in esecuzione ai programmi di cui sopra;
3. elaborazione di perizie tecniche relative a lavori di messa a norma di strutture e impianti o per la loro manutenzione straordinaria finalizzati al ripristino dei servizi, in esecuzione ai programmi precedentemente indicati;
4. istituzione, aggiornamento e tenuta dell'albo dei fornitori in economia di propria competenza al fine di assicurare il rispetto del principi trasparenza, rotazione e parità di trattamento;
5. elaborazioni del plano annuale e pluriennale degll interventi di investimento per la realizzazione di nuove opere o la ristrutturazione di quelle esistenti, nei limiti dei finanziamenti dlsponiblli e cura del continuo aggiornamento del documento dello stato di
attuazione del programma;
6. redazione di progetti, di perizie tecniche, dei quadri economici dell'opera, se necessario anche avvalendosi di professionisti esterni, rapporti con enti terzi, atti autorizzativi e contratti, con la responsabilità di indizione di eventuale conferenza dei servizi per
l'acquisizione del relativi pareri dalle singole amministrazioni;
7. procedure di evidenza pubblica per l'affidamento degli incarichi di progettazione, di direzione dei lavori, di collaudo a professionisti esterni, nel rispetto della normativa vigente e dei regolamenti interni;
8. presa d'atto di prowedimenti giurisdizionali e amministrativi esecutivi nelle materie di propria competenza;
9. nomina delle commissioni di gara con propria determina, fatti salvi le spese.superlori ad € 200.000,00 per le quall è chiesta la proposta di delibera;
10. è delegato alla sottoscrizione dei contratti nelle materie di propria competenza fino alla somma di € 100.000,00 e tutti quelli stipulati con procedura di somma urgenza, per le quali ultime, in deroga alla competenza per valore esiste solo l'obbligo di comunicazione
alla Direzione aziendale.
11. è responsabile delle manutenzioni assistenza e servizi professionali connessi ai servizi informatici del software in uso ali' Azienda, nonchè delle relative procedure dì spesa su proposta del Direttore della unità di staff Programmazione e Controllo. Le procedure di
spesa sono concluse con la liquidazione operata direttamente dalla struttura complessa Programmazione e Controllo.
li Direttore ha la responsabilità della manutenzione di tutte le attrezzature di qualunque natura di proprietà dell'Azienda Sanitaria nonché di quelle in uso alla stessa Indipendentemente dalla natura del titolo legittimante. L'esercizio autonomo del suddetto potere Incontra I limiti di valore di cui al punto 2 del presente paragrafo. li Direttore della struttura è altresì, responsabile delle procedure necessarie a garantire gli adempimenti di cui al D.Lgs. 81/2008, sulla base delle iniziative del delegati aziendali. Tutte le attività indicate nel presente ·articolo danno vita a responsabilità dirigenziale In caso di inosservanza e/o omissione, determinata da colpa del titolare.
All'interno dell'unità operativa è prevista una articolazione funzionale Patrimonio, struttura a direzione amministrativa, che espleta le seguenti attività:
1. tenuta ed aggiornamento dell'anagrafe dei beni lmmoblli facenti parte del patrimonio dell'azienda, completa di identificazione· catastale nel pubblici registri, valore, destinazione, utilizzo, ufficio consegnatario;
2. procedure, atti e contratti relatlvì a:
a trasferimenti beni immobill (redazione atto ricognitivo dei beni, individuazione dei beni da trasferire, ecc.);
b acquisizione in proprietà dei beni immobili attraverso l'individuazione dei dati catastali, la registrazione degli stessi all'ufficio del registro e alla conservatoria, volture catastali, verbali di consegna del singoli beni;
c alienazione del beni Immobili da reddito e strumentali dismessi;
3. predisposizione e aggiornamento periodico dell'inventario dei beni immobili le cui risultanze saranno riepilogate nel libro degli inventari;
4. Individuazione del consegnatari responsabili dei beni mobili ed immobili utilizzati dall'azienda;
5. tenuta dell'inventario del beni mobili inventariabili e del relativo libro dei cespiti ammortizzabili e codifica delle ublcaztcnl:
6. ricognizione periodica dell'esistenza e dell'ubicazione di beni inventariati, coordinando la resa del conto dei singoli consegnatari, ai fini dell'aggiornamento dell'inventario, le cui risultanze saranno riepilogate nel libro degli inventari;
7. aggiornamento del plano degli ammortamenti delle singole categorie patrimoniali in coerenza con i dati contabili e con cadenza trimestrale;
8. presa d'atto di prowedimenti giurisdizionali e amministrativi esecutivi nelle materie di propria competenza;
9. organizzazione della fornitura e dell'utilizzo dei servizi comuni alle varie funzioni aziendali (utenze elettriche, gas, acqua) in ordine al programmi annuali di fruizione, mediante:
a progettazione della forma gestionale del servizio in base a criteri dl economicità e di ottimizzazione della dimensione;
b verifica costante di applicazione delle tariffe economicamente più vantaggiose vigenti per tempo;
c programmazione e predisposizione degli attl per le forniture o utenze-citate:
d regolamentazione, coordinamento tecnico, ivi comprese le proposte di utlllzzo ottimale del contratti di competenza, controllo e monitoraggio della spesa, per i servizi di competenza ai fini della razionalizzazione ed omogeneizzazione dei consumi;
10. gestione di tutti I rapporti economici che scaturiscono dai servizi di cui al punto precedente, compreso il riscontro delle fatture ed Il successivo Inoltro per la liquidazione entro i termini previsti dalle vigenti 'dlsposìztcn! normative in materia di rispetto e tempestività del pagamenti;
11. dichiarazioni di fuori uso e conseguente smaltimento, distruzione o alienazione;
12. gestione locazioni ed oneri tributari:
a tenuta inventario beni immobili di proprietà;
b gestione sul sistema unico integrato di patrlmonìo/contabilità di tutte le manutenzioni
straordinarie relative agli Immobili di proprietà e di migliorie su beni di terzi;
c gestione contratti di locazione e delle occupazioni di fatto relativamente agli immobili utìlizzatl per servizi aziendali;
d pareri di congruità, se richiesti, e accertamenti tecnici su locazioni gestite per i servizi
decentrati;
e predisposizioni delle dichiarazioni relative alle tasse relative alto smaltimento dei rifiuti solidi urbani e quanto altro previsto dalle vigenti normative;
inoltro alla U.O. gestioni economiche e finanziarie del dati necessari alla elaborazione delle dichiarazioni IRPEG, per quanto attiene al reddito dei fabbricati;
13. accettazione di donazioni per quanto dl competenza;
14. reportlstica trimestrale sui costi delle utenze;
15. monitoraggio e proposta di adeguamento alle tariffe dl mercato più convenienti per l'amministrazione;
E' competenza del Direttore effettuare determine di liquidazione per il pagamento degli obblighi contrattuali inerenti alla propria materia.
Qualora la liquidazione riguardi il sistema informatico e/o telefonico, la determina deve essere integrata dalla regolarità della fornitura attestata dal Direttore della struttura complessa Programmazione. e Controllo.
I contratti di durata con prestazione continuativa saranno liquidati a seguito di attestazione di regolarità trasmesso con atto a firma del direttore della struttura complessa PEGL nel quale è richiamato il contratto.
Altre competenze della Gestione Tecnico Patrlmonlale
Il direttore dell'U.O. Gestione Tecnico Patrimoniale è responsabile altresl dell'adozione dl atti relativi alle seguenti attività, nel rigoroso rispetto del budget di U.O. o azlendall:
1. redige un regolamento di organizzazione degli uffici entro trenta giorni dall'approvazione del presente atto o comunque entro 11 medesimo termine, assicura che l'organizzazione degli uffici sia dotato di un regolamento.
2. determina la liquidazione del lavori previa verifica della completezza documentale ai sensi del D.lgs. 50/16, avendo cura di verificare l'integrità documentale e tutti gli adempimenti riconducibili alle previsioni legislative,
3.competenza per lo scarico inventariale dei beni dichiarati fuori uso.
4.Predispone piano di Conservazione e Scarto degli archivi;
5.Regolamenta e gestisce l'affidamento a terzi dei distributori automatici di cibi .. bavande:
6.Liquida le utenze che non siano riservate ad altri uffici;
7. Gestisce il parco auto aziendale, compresa la manutenzione;
8. dispone le assegnazioni temporanee del veicoli di servizio e di rappresentanza;
9. predispone gli atti necessari alla liquidazione delle tasse automobilistiche;
10. predispone gll ani necessari alla liquldazlone delle spese di carburante per autotrazione;
11. predispone gli atti necessari alla liquidazione delle spese per le polizze assicurative;
12. comunicazione del casi in cui è necessario disdire le polizze assicurative;
13. è responsabile dell'affldamento delle carte carburante;
14. comunicazione dell'elenco del mezzi indicando per ciascuno il centro di costo assegnatario ed i relativi costi (bollo, assicurazione, manutenzioni, consumi dl carburante, ecc.) alla ragioneria ed al controllo di gestione per la completa alimentazione della contabilità analitica;
15. proposte di acquisti, dismissioni e rottamazioni tenuto conto del fabbisogno di veicoli, dello stato di conservazlene e della funzionalità di quelli esistenti, dei costi di gestione, delle disponibilità di bilancio;
Il Direttore della Struttura è responsabile degli autoveicoli di proprietà dell'ente garantisce gli adempimenti previsti dalle norme che disciplinano la proprietà degli stessi, nonché gli adempimenti previsti da regolamenti aziendali in materia.
I seguenti atti sono adottati dal Direttore Generale a seguito di istruttoria, parere tecnico e di legittimità su proposta del direttore dell'U.O. Gestione Tecnico Patrimoniale:
a. approvazione di programmi annuali o pluriennali, o autorizzazioni a spese non programmate;
b. affidamento di servizi di manutenzione all'esterno, mediante contratti di global_services o affini;
c. approvazione del programmi annuali ·e plurlennall di manutenzione, di messa a norma e di ripristino;
d. approvazione dei programma annuali o pluriennali di attività, non già inclusi nei documenti di bilancio e autorizzazioni di Interventi non programmati;
e. approvazione dei progetti relativi alle opere pubbliche di cui sopra e degli atti tecnici allegati, comprensivi delle modalità di finanziamento dell'investimento, della nomina del responsabile del procedimento, della programmazione degli oneri gestionali conseguenti alla realizzazione delle spese;
f. atti di transazioni con le ditte appaltatrici, di nomina di arbìtrl o di riconoscimento delle riserve avanzate dalle medesime;
g. gli atti propedeutici e correlati, compreso il provvedimento di aggiudicazione di lavori e per la manutenzione delle tecnologie e degli elettromedicali, secondo i criteri stabiliti dal Dlgs n. 50/2016 e sml, per servizi e/o forniture pari o superiori alle soglie comunitarie cosl come Individuate dal Dlgs 50/16;
h. acquisizione ed alienazione di beni che modificano la consistenza patrimoniale dell'azienda;
i. approvazione albo dei fornitori ai fini delle assegnazioni dei lavori sotto soglia in base all'apposito regolamento aziendale;
j. atti di natura regolamentare;
k. accettazione di donazioni.
Il Direttore della Struttura Complessa, in qualità di responsabile della manutenzione di tutto il patrimonio dell'Azienda, è tuttavia obbligato a comunicare l'intervento per la preventiva autorlzzazicne alla Direzione Generate se trattasi di manutenzione straordinaria in riferimento
ai beni "di natura sanitaria".
Nelle materie di competenza il Direttore è responsabile di ogni attività riconducibile alle competenze della struttura.


Pagina curata dal Rag. Luciano Santillo, ultima modifica aggiornamento 02 agosto 2019