S.C. Chirurgia Generale

S.C. Chirurgia Generale

 

Manfredo Tedesco
DIRETTORE: Dr Manfredo TEDESCO  


Sede:
La Struttura Complessa di Chirurgia Generale   è situata  all'interno del Presidio ospedaliero di Lamezia Terme           
Edificio Degenze V  piano  torre A
In via  Sen. Arturo Perugini Città Lamezia Terme 88046 CZ

 

                                                                                                                                                 
Recapiti telefonici:

  • Direttore: tel. e fax  0968 208931                                                                          
  • Ambulatorio: tel  0968 2087035
  • Caposala: tel  0968 208913
  • Infermeria: tel  0968 208933
  • Endoscopia Digestiva (Dr. Aldo Schicchi): tel 0968 208532, 0968 208556.

EMAIL: chirurgia.lamezia@asp.cz.it

 

  • ORARIO VISITE in reparto: tutti i giorni dalle ore 12,30 alle 14,00 e dalle 18,30 alle 20,00

L'attività ambulatoriale viene gestita nell'ambito della "piastra ambulatoriale" situata al box n° 8 piano terra ospedale.

 

ORARI APERTURA al pubblico  per ambulatori: 

GIORNI    ORARIO
da Lunedì a Sabato    Dalle ore 9.00 alle 12.30

 

EQUIPE

Equipe


Medici del reparto:  Luigino Borrello, Camillo Capialbi, Giuseppe Cianci, Roberto Daffinà, Cinzia Molizzi, Gabriella Spinose, Bruzzese Giuseppe.

U.O.S endoscopia digestiva: Responsabile A. Schicchi. Dirigente medico Dott. A. Boccuto.

Coordinatore Infermieristico:   IPS Innocenza Romeo.

Infermieri: Butera Saveria, Teresa Fato, Paola Mastroianni, Nadia Mercuri,  Domenico Paone, Francesca Paone, Mario Sauro, Vincenzo Zaccone, Elisabeth Zanht, Suor Shoby, Romeo Carmelo, Rao Raffaelina, Rizzuto Valentina.


OSS:  Crapella Carolina, Proietto Rosa, Maccarone Noemi, Nava Marianna, Nocera Antonella.

 

 
MISSION


La S.C. di Chirurgia Generale  intende  offrire al paziente le migliori opportunità di diagnosi e terapia  di tutte le malattie di interesse della chirurgia generale ed oncologiche   nel rispetto del principio della ottimizzazione delle risorse, dei protocolli e linee guida oggi usati a livello nazionale ed internazionale.

Il gold standard oggi per il trattamento soprattutto di patologie tumorali prevede un approccio Multidisciplinare, e cioè collaborazioni con colleghi di altre strutture operative del nostro presidio, fino ad arrivare a scelte chirurgiche e/o di trattamenti adiuvanti o neoadiuvanti per garantire non solo maggiore sopravvivenza, ma riduzione delle recidive locali e migliorare la qualità della vita.

 

  • presa in carico: In elezione il paziente viene accolto negli ambulatori (anche attraverso visite ALPI)          Il percorso iniziale prevede l'accesso alla preparazione all'intervento chirurgico (pre-ospedalizzazione),preventivamente informato della patologia di cui é affetto e dal tipo di trattamento. Irterdisciplinamenti con audit settimanali con oncologi,radioterapisti (convenzionato con il P.O. Pugliese-Ciaccio) e radiologi.          

 

  • Obiettivi   di ricerca:

Collaborazione con il Centro di Neurogenetica per la somministrazione di test per il delirio post operatorio nel paziente ultra sessantenne.
Registro del sud italia per il dosaggio ultra tumorale del k- ras in collaborazione con l'U.O. di Oncologia ed Anatomia Patologica.
Predisposizioni per adesione a consegna dei percorsi sulle neoplasia della mammella e del colon –retto.                                                                                                                                        

  • Obiettivi di promozione della salute e prevenzione:

 adesione ad  iniziative aziendali, regionali, nazionali ed internazionali (giornate ecc..)


Dotazione strumentale

Strumenti Titolo uso Anno Acquisto
Elettrobisturi EROE per chirurgia ambulatoriale Proprietà 2015
Neo-Probe per linfonodo sentinella Proprietà 2008
Colonna per LAPAROSCOPIA ETEM Proprietà 2016
LASER Comodato d'uso  
Colonna Endoscopia EGDS- Colonscopia Proprietà 2015

 

 

ATTIVITÀ


La Struttura Complessa ogni giorno, garantisce l'accettazione chirurgica d'urgenza, effettuando le consulenze richieste dai medici di medicina generale, dal Pronto Soccorso o da altri Reparti all'interno dell'ospedale.

I ricoveri in elezione vengono programmati in base ad una lista d'attesa che viene redatta secondo criteri cronologici e legati al tipo di patologia e alla sua sintomaticità.

Percorsi di ricovero:
L'equipe specialistica sulla base della tipologia di intervento, del tempo di ricovero e delle condizioni cliniche del paziente valuta l'inserimento in uno dei tre percorsi:

  • Day surgery polispecialistica, tempo di ricovero massimo 20 gg – 30 gg.
  • alta intensità di cura polispecialistica chirurgica, tempo di ricovero massimo sette giorni (per neoplasie maligne)   
  • chirurgia d'urgenza, per interventi che rivestono caratteri di urgenza (h 24).

E' attivo anche il percorso di chirurgia ambulatoriale polispecialistica

In particolare saranno attivati i seguenti ambulatori:

  • Senologia
  • Colonproctologia
  • Flebologia
  • Chirurgia delle pareti addominali (ernie ecc…)
  • F.U. (follow- up ) per oncologici operati in collaborazioni con altre Strutture.


MODALITÀ DI accesso  al ricovero 

L'utente che abbia avuto  prima visita chirurgica specialistica( modalità sotto indicata) o un accesso al pronto soccorso che indicano l'esigenza di intervento viene inserito nella lista di attesa (registro a numero progressivo).

L'utente viene ricontattato dal reparto per la preparazione all'intervento

A programmazione avvenuta l'utente sarà richiamato per indicazione della data dell'intervento


ATTIVITA' OPERATORIA

Aree chirurgiche Prestazione Metodica da segnalare
CHIRURGIA
ADDOMINALE
Patologia infiammatoria, degenerativa e neoplastica del tubo digerente (, stomaco, intestino tenue, colon e retto).

Patologia benigna e maligna epato-bilio-pancreatica (calcolosi biliare, neoplasie del fegato e del pancreas, pancreatiti).
Patologia surrenalica.

Non solo per le colecistectomie, ma per es. appendicectomia VLS, Resezione Colica VLS ecc., nel pieno rispetto della radicalità oncologica.
Laparoscopia
CHIRURGIA
DELLA PARETE
ADDOMINALE
Riparazione di ernie e laparoceli con l'impiego delle tecniche più avanzate che prevedono La chirurgia dell'ernia inguino-crurale viene di regola effettuata in anestesia locale ed in regime di Day Surgery e/o in regime ambulatoriale (APA). L'utilizzo di reti sintetiche.
CHIRURGIA
SENOLOGICA
Patologia benigna e maligna della mammella;
chirurgia ricostruttiva e protesica in collaborazione con i chirurghi plastici.
Metodica della ricerca del Linfonodo Sentinella (per i casi previde dalle ultime linee guida internazionali) in collaborazione con la Medicina Nucleare dell'Osp. Pugliese di Cz.
ENDOCRINOCHIRURGIA Patologia benigna e maligna della tiroide, del surrene, delle paratiroidi, con l'uso di nuove tecnologie. Laser
TESSUTI MOLLI
E MELANOMI
Interventi di compartimentectomia, linfadenectomie di vari distretti (inguinale, latero-cervicale, ascellare ecc) . nuove tecniche di approccio
CHIRURGIA
FLEBOLOGICA
Flebectomia  varici degli arti inferiori.  
CHIRURGIA
MININVASIVA
Colecistectomia resezioni coliche per patologia infiammatoria (diverticoliti), patologia neoplastica benigna (grossi polipi in asportabili endoscopicamente) e per patologia neoplastica maligne ( in casi selezionati), surrenectomie, appendicectomie in caso di difficile diagnosi differenziale con patologia annessiale, resezioni epatiche per patologie benigne (in casi selezionati). Colangiografia intraoperatoria
CHIRURGIA
ENDOSCOPICA
ERCP, posizionamento protesi biliari e coliche ,polipectomia ,PEG ecc.. (servizio U.O.S.  di Endoscopia Digestiva).  


      
Per quanto riguarda in particolare le patologie oncologiche oggi si è entrati nel metodo Multidisciplinare del trattamento delle neoplasie maligne, questo per concertare insieme ad oncologi, radioterapisti, radiologi, l'iter migliore per il trattamento e cura di tali patologie per aumentarne non solo la sopravvivenza a distanza ma per ridurre al minimo l'incidenza di riprese loco-regionali.

  • Interventi di piccola Chirurgia con ricovero di un giorno: ernie inguinali, noduli emorroidari, ragadi anali, varici arti inferiori, fistole perianali;
  • Diagnosi vascolare;
  • Endoscopia digestiva;
  • Attività ambulatoriale di oncologia e piccola chirurgia;
  • Follow-up dei pazienti operati.


La Struttura Complessa di Chirurgia Generale  effettua prestazioni specialistiche ambulatoriali di diagnosi e cura della malattia ad utenti esterni:
     

ATTIVITÀ  Specialistica Ambulatoriale 

Ambulatorio Prestazione specialistica Codice tariffario Costo
Chirurgia Visita chirurgica I visita 89.7 31,66
Chirurgia Visita di controllo 89.1 21,66
Chirurgia Asportazione  neoformazioni superficiali    
Chirurgia Toilette piaghe    
Chirurgia Incisione e drenaggio di ascessi cutanei e sottocutanei
 
   
Chirurgia Onicectomia    
  Asportazione di corpi estranei.
EGDS -
   
Endoscopia digestiva Visita gastroenterologica 45.23.1 56.00
Endoscopia digestiva Colonscopia    


MODALITÀ DI PRENOTAZIONE
Le prestazioni specialistiche, in regime ambulatoriale, sono effettuate previa impegnativa rossa con prenotazione tramite CUP presso gli Sportelli CUP aziendali e  presso le farmacie territoriali della provincia .

Attività libero professionale (Vedi servizio ALPI in  www.asp.cz.it  presidio ospedaliero di Lamezia Terme )


Prestazioni per utenti INTERNI
Consulenza specialistica per utenti  interni  fornita a :   P.S. 0 i reparti e strutture
territoriali dell'ASP CZ.

Per i reparti ospedalieri :
Prestazioni in regime di ricovero e Day Hospital e/o  day Surgery:

  • Cicli di terapia
  • Follow-up   

 


MODULISTICA : elenco linkabile

BRANCA Denominazione PDF
Endoscopia Preparazione per esami strumentali Scarica
Chirurgia Preparazione intervento Scarica
  Foglio accoglienza Scarica

 

 

STANDARD  di qualità
 
  • Ai degenti e ai familiari è garantita una esauriente informativa, che si esplica anche attraverso la compilazione degli adeguati consensi informati;
     
  • Alla dimissione viene rilasciato il cartellino di dimissione che riporta i dati salienti, completo dei risultati delle urgenze laboratoristiche, radiologiche, eventuali consulenze, l'atto operatorio per esteso, le indicazioni per eventuali prosiegui di terapia a domicilio e/o gli accessi all'ambulatorio divisionale per controlli e/o medicazioni;
  • Si provvede inoltre alle eventuali prescrizioni per il I° ciclo di terapia, erogato dalla farmacia del P.O.


Il tempo di attesa per il ricovero programmato è fissato dai medici dell'Unità Operativa in riferimento alla priorità clinica del caso e al tipo di patologia.
La presa visione della richiesta di intervento del paziente da parte del personale in servizio è immediata. L'intervento effettivo è commisurato all'urgenza valutata dal personale.
Le informazioni sulle caratteristiche dell'Unità Operativa per orientarsi nell'Unità Operativa  e sulla degenza sono assicurate dalla consegna a tutti i degenti della scheda informativa dell'Unità Operativa.(foglio accoglienza)
Viene assicurata la possibilità di avere le informazioni adeguate per conoscere la propria situazione sanitaria in situazione di privacy.
La regolarità delle visite mediche in corsia è assicurata da almeno un passaggio giornaliero del medico in corsia.
Tutto il personale si impegna ad avere atteggiamenti cortesi e rispettosi verso i degenti e i loro familiari.
Possibilità di utilizzare, a richiesta del  paziente ausilio da parte di associazioni di volontariato attive in reparto .
Tutti i pazienti al momento della dimissione ricevono una relazione sanitaria contenente i dati essenziali del ricovero, i risultati degli accertamenti più significativi e tutte le indicazioni per la prosecuzione delle cure da portare al proprio medico curante.
Al paziente viene assicurato un familiare di supporto,ove necessita , e autorizzato dalla ordinatrice di reparto.

 

STANDARD di Qualità Ambulatorio


garantire il rispetto del tempo e della dignità del paziente attraverso:

  • la predisposizione di orari di accesso certi;
  • il rispetto degli orari concordati per le prestazioni;
  • la refertazione immediata o in tempi brevi delle  prestazioni diagnostiche;
  • un ambiente confortevole, pulito e tale da garantire la riservatezza durante l'erogazione del servizio;
  • la professionalità e cortesia da parte di tutti gli addetti  e la disponibilità a fornire informazioni adeguate;
  • il rispetto della privacy.

                        

 

IMPEGNI 
 

Il reparto svolgerà il monitoraggio della soddisfazione dell'utenza (periodico)
Il reparto si impegna  a  redigere carta di accoglienza da garantire all'utenza





_____________________________________________________
Contenuti forniti da: Dott.Manfredo Tedesco (per il  reparto), dott.ssa Annamaria Bruni , resp. URP e Comunicazione  ASP CZ

Ultimo aggiornamento:   13/05/2019
Le schede informative e gli standard sono da considerare sempre migliorabili. Si chiede la collaborazione di tutti per la segnalazione di eventuali problemi, imprecisioni, scarsa chiarezza delle informazioni o non rispetto degli standard.

La segnalazione va fatta al: Ufficio  Rapporti con il pubblico  
 e-mail: annamaria.bruni@asp.cz.it